14° Congresso delle donne USS: per un lavoro sindacale femminista

Al 14° Congresso delle donne dell’USS tenutosi a Berna sul Gurten, circa 220 delegate e ospiti hanno discusso i metodi per ottenere più uguaglianza e meno discriminazione nella società e nella vita lavorativa con il motto “Per un lavoro sindacale femminista”. Durante i due giorni, sono state definite le priorità e gli obiettivi in materia di parità per i prossimi quattro anni ed è stata adottata una carta per il lavoro sindacale femminista all’attenzione del Congresso USS. Si vuole così portare nuovo slancio del movimento delle donne nei sindacati e nelle loro mobilitazioni. Per le delegate, è chiaro che questioni cruciali e strutturali di uguaglianza devono essere affrontate nel mondo del lavoro: migliori salari e condizioni di lavoro, pensioni più alte, miglioramento delle professioni con un’alta percentuale di donne e una distribuzione più equa del lavoro di cura. Con una vera protezione contro la discriminazione e contro ogni forma di violenza sessista, una riduzione dell’orario di lavoro e l’assistenza all’infanzia come servizio pubblico, il cambiamento verso una vera uguaglianza deve essere finalmente messo in atto.

Uno dei temi principali è stata la mobilitazione contro la riforma delle pensioni AVS21, che è già stata approvata dal parlamento. I segnali delle donne non potrebbero essere più chiari: più di 300.000 donne hanno firmato l’appello contro la loro discriminazione nelle pensioni del 2021, e a metà settembre 15.000 persone hanno manifestato sulla piazza federale contro i tagli alle pensioni. Ma il parlamento rifiutandoossi di ascoltare le donne, contribuisce purtroppo ad aumenare il divario pensionistico tra i sessi. In questo contesto, le delegate del Congresso delle donne USS riaffermano a gran voce la loro lotta contro il progetto di legge (cfr. anche la Newsletter SSM di settembre).

Il secondo giorno del congresso, le partecipanti hanno espresso la loro solidarietà ai dipendenti della società svizzera di consegna Smood, che sono attualmente in sciopero in diverse città della Svizzera francese per protestare contro le miserabili condizioni di lavoro dei corrieri.

Il 14° Congresso delle donne si è concluso con l’adozione della Carta del lavoro sindacale femminista, che riassume le linee guida organizzative e politiche per un movimento sindacale femminista ed è stata consegnato al presidente dell’USS Pierre-Yves Maillard.

La commissione donne SSM ha partecipato al congresso con una delegazione di quattro membri, composta da rappresentanti di SRG Studio Bundeshaus, SRG GD, SSM Gruppe SRF, SSM Sezione di Lugano. Inoltre la segretaria per le pari opportunità dell’SSM che è pure membro della commissione femminile dell’USS è stata nuovamente coinvolta nella pianificazione e nell’organizzazione del congresso.

Maggiori informazioni sul congresso (FR):
Programma del 14° Congresso delle donne

Rapporto di attività della Commissione delle donne USS

 

Problemi e richieste:
Ridurre il divario pensionistico delle donne invece di peggiorarlo! (sgb.ch) (FR)

Risoluzioni del Congresso delle donne USS 2021
Petizione: Solidarietà con gli scioperanti di SMOOD

Collegamenti:
Giù le mani dalle pensioni delle donne!
OIT 190 (FR)

Convenzione di Istanbul

Asilo femminista: petizione femminista europea

 

 

 Lasciare un commento

Ihr Kommentar

Bitte füllen Sie alle Felder aus.
Ihre E-Mail-Adresse wird nicht veröffentlicht.

 

FacebookTwitter
Menü

Altre lingue

Rumantsch

English 

Ricerca