Assemblea SSM – sezione di Lugano, 8 febbraio 2016

RISOLUZIONE

L’Assemblea del sindacato SSM riunitasi a Comano l’8.2.2016 rivendica che le misure di risparmio non ancora attuate (licenziamenti, prepensionamenti e riduzioni di tempo di lavoro) siano congelate:

• fino a quando non saranno chiariti i criteri e le responsabilità dei licenziamenti applicati alla RSI negli scorsi giorni.
• fino a quando la direzione SSR, come previsto esplicitamente dal CCL in forma vincolante, non motiverà per iscritto la non entrata in materia sulle nostre proposte di risparmio alternative, nell’ambito di una reale consultazione che finora non c’è stata.

Il sindacato sta valutando come procedere giuridicamente in merito alle misure di risparmio già messe in atto.

L’assemblea ha inoltre proposto e votato all’unanimità la seguente MOZIONE:

I partecipanti all’assemblea certi inoltre di interpretare anche il pensiero di numerose colleghe e colleghi, dopo aver avuto testimonianza diretta da parte di persone sommariamente licenziate, e dopo aver preso conoscenza delle modalità ben più corrette, professionali e rispettose seguite nelle altre unità aziendali, dichiarano la loro sfiducia verso il Consiglio di direzione, i capi e i quadri di dipartimento, e lo stato maggiore Risorse umane che hanno deciso e gestito l’applicazione di misure che avrebbero richiesto la massima correttezza e umanità.

Chiedono inoltre che in tempi brevi sia avviata una revisione delle modalità di relazione fra i/le dipendenti e la RSI, che possa garantire chiarezza rispetto alla posizione professionale di ognuno e la possibilità per ogni collaboratore e collaboratrice di veder valorizzate al massimo le proprie capacità a beneficio proprio e dell’azienda.

 ulteriori informazioni

 

 

 

 Lasciare un commento

Ihr Kommentar

Bitte füllen Sie alle Felder aus.
Ihre E-Mail-Adresse wird nicht veröffentlicht.

 

FacebookTwitter
Menü

Altre lingue

Rumantsch

English 

Pubblicazioni

Edito (tedesco)
Edito (francese)

Ricerca