Chiusura delle trattative CCL – Firmata la piattaforma per il rinnovo del CCL

Dopo sette tornate negoziali molto intense, l’SSM e la SSR hanno firmato una piattaforma per il CCL 2013-2016. Questa piattaforma verrà sottoposta alla conferenza professionale dell’SSM il 5 ottobre prossimo. A fine ottobre saranno i membri SSM che dovranno pronunciarsi in merito. Se alla votazione generale verrà accettata la piattaforma, il nuovo CCL entrerà in vigore il 1° gennaio 2013.

Grazie all’accordo raggiunto la tradizione di partenariato sociale che ha caratterizzato la SSR negli ultimi 50 anni, non sarà messa in discussione. Questo è di grande importanza non solo per i collaboratori e le collaboratrici, ma anche per la SSR stessa, quale azienda di servizio pubblico.

È anche un segnale importante per l’ambito massmediatico, specialmente per il settore print dove, ad eccezione della romandia, vige un vuoto contrattuale, che ha portato a molti peggioramenti.

La decisione spetta ai membri

Sta ora ai delegati della conferenza professionale, e in seguito ai membri dell’SSM, prendere una decisione con cognizione di causa e decidere se alla SSR per i prossimi 4 anni ci sarà un CCL, al quale sottostanno circa 5‘000 tra collaboratorori e collaboratrici.

Il segretariato centrale dell’SSM redigerà nei prossimi giorni un’informazione dettagliata e una attenta ponderazione dei pro e dei contro.

Alla votazione generale potranno partecipare solo i membri SSM. Chi volesse parteciparvi, ma non è ancora membro dell’SSM, può sempre iscriversi.

Per l’SSM hanno negoziato: Stephan Ruppen (segretario centrale), Ruedi Bruderer (RTR), Stefano Heubi (RSI), Renato Minoli (6a e 7a tornata in supplenza per Stefano Heubi), Miruna Coca-Cozma (RTS), Michel Jaggi (RTS), Valérie Perrin (segretaria regionale Losanna), Andreas Künzi (SRF), Barbara Büttner (il 21 settembre in supplenza di Andreas Künzi), Ernst Gräub (segretario regionale Zurigo).

 

 

 Lasciare un commento

Ihr Kommentar

Bitte füllen Sie alle Felder aus.
Ihre E-Mail-Adresse wird nicht veröffentlicht.

 

FacebookTwitter
Menü

Altre lingue

Rumantsch

English 

Pubblicazioni

Edito (tedesco)
Edito (francese)

Ricerca