Newsletter SSM

Per la prima volta dall’insediamento del nuovo Direttore generale Roger de Weck, l’SSM ha dovuto adire la Commissione nazionale di partenariato sociale e di conciliazione (CPSC). La commissione interviene in quanto istanza di conciliazione ogni volta che SSM e SSR non riescono a giungere ad un accordo in materia di CCL. Se non è possibile comporre la controversia (divergenza), ognuna delle parti ha il diritto di adire il tribunale arbitrale.

Personale a tempo parziale: attenzione al riporto delle vacanze !

La SSR ha introdotto un sistema di registrazione delle ore di lavoro che penalizza i collaboratori se alla fine dell’anno dispongono di un saldo positivo e se non hanno preso in parte o completamente le ferie previste dalla legge. Il problema è dovuto al fatto che per calcolare le ore di lavoro dovute lorde nei confronti della SSR, il diritto alle vacanze (così come ai giorni festivi) viene sommato alle ore di lavoro dovute nette. Le ore di vacanze non prese sono trattate come le ore negative e vengono compensate con un saldo positivo. In presenza di 100 ore supplementari e 100 ore di vacanze non prese, per esempio, nel sistema non risulta più alcuna ora supplementare che dia diritto al supplemento. L’SSM esige dalla SSR di correggere questa anomalia; la SSR ha preso atto della richiesta e esaminerà la proposta.

Al momento per evitare che questo succeda, esigete (art. 33.7 CCL) che i giorni di vacanza non presi siano conteggiati nel vostro conto risparmio tempo (CT).

Divergenze sul servizio di picchetto: colloquio chiarificatore

Le enormi divergenze palesatesi in merito al servizio di picchetto hanno portato alla sospensione delle trattative per un regolamento nazionale. Dopo l’incontro di de-escalation tenutosi a fine dicembre, il dialogo riprenderà nel 2014. Le trattative 2014 comunque non interessano il servizio di picchetto della divisione Cultura della SRF. A tale riguardo, infatti, le parti si rivolgeranno alla SECO, che valuterà il servizio è deciderà se si tratta di un servizio di picchetto o no.

Un manuale SSM per problemi di pianificazione e orari di lavoro

L’SSM riceve numerose richieste di informazioni relative ai piani di servizio e a questioni connesse alla pianificazione. Per questo motivo sul sito www.ssm-site.ch l’SSM ha pubblicato un manuale (per il momento solo in francese e in tedesco)che spiega cosa è lecito e cosa non lo è ai sensi della legge sul lavoro e del CCL. Il manuale è corredato da suggerimenti pratici. Preghiamo tutti i collaboratori di comunicare all’SSM eventuali problemi relativi alla pianificazione o all’orario di lavoro. Grazie ai vostri riscontri possiamo garantire un aggiornamento continuo del manuale.

Grandi operazioni: negoziati ancora in corso

L’accordo sulle Grandi operazioni (GOP)disciplina la registrazione dei tempi di lavoro e la remunerazione per le Grandi operazioni negli ambiti sport, cultura e intrattenimento. SSM e SSR sono d’accordo sulle regole da applicare in caso di vere Grandi operazioni (più di 12 giorni) in particolare all’estero. Sono emerse tuttavia delle controversie insuperabili per quanto riguarda i piccoli GOP (eventi della durata compresa tra 7 e 11 giorni, in particolare in Svizzera). Ecco perché il piccolo GOP in futuro sarà soppresso e sarà applicata la disposizione del CCL relativa alle produzioni continue di lunga durata (cfr. CCL art. 1.6 Appendice I rispettivamente. art. 2.4 Appendice I). Vi è divergenza di opinione anche in merito alla questione quali regole applicare per le Grandi operazioni svoltesi in Svizzera nel 2013. L’SSM è del parere che vadano applicate le disposizioni fino ad ora valide nelle UA, e non disposizioni che sono state stipulate per i piccoli GOP ma che non sono mai entrate in vigore.

Automatizzazione delle funzioni di regia: posti di lavoro a rischio

La SSR è alle prese con i preparativi per l’ulteriore automatizzazione di processi tecnici. Sono interessate soprattutto funzioni quali quella di operatore grafico, tecnico video, mixer immagini, cameraman eccetera. L’SSM ha deciso di istituire un gruppo di lavoro che accompagni questo processo di cambiamento. Il gruppo di lavoro è incaricato di redigere un’analisi della situazione attuale per ogni unità aziendale. Dopodiché dovrà essere redatto un concetto programmatico che contempli tutte le conseguenze sull’effettivo del personale e sulle condizioni di lavoro modificate. La direzione del progetto è affidata a SRF.

Cassa pensioni SSR: conservare tutti i certificati di assicurazione

Con il passaggio dal primato di prestazione al primato dei contributi potrebbero anche cambiare gli importi sul certificato di assicurazione. Per verificare l’andamento delle vostre future rendite, vi raccomandiamo di conservare tutti i conteggi a partire dal 2013, l’ultimo anno relativo al primato di prestazioni.

Revoca delle indennità di funzione / modifica dell’accordo sul volume di lavoro : il termine di preavviso va rispettato!

Nella SSR le indennità di funzione vengono corrisposte per un periodo massimo di cinque anni. Tuttavia possono essere revocate anche improvvisamente, per esempio in caso di soppressione della trasmissione ma anche se un superiore non è in buoni rapporti con il beneficiario dell’indennità. L’SSM è convinto che anche nel caso di una revoca delle indennità, i tempi di disdetta contrattuali devono essere rispettati sempre e in qualsiasi circostanza. L’SSR, invece, è contraria alla definizione di un periodo di preavviso, perché a suo parere, le indennità di funzione hanno una validità limitata nel tempo, visto che sono concesse sempre solo per un anno, con riserva di proroga per l’anno successivo.

Le opinioni divergono anche in merito alla modifica dell’accordo sul volume di lavoro. La SSR è convinta di avere il diritto di modificare unilateralmente il volume di lavoro, mentre l’SSM contesta una tale interpretazione. I punti pattuiti nell’accordo sul volume di lavoro non possono essere modificati unilateralmente. L’SSM ha chiesto che sia constatata una divergenza a riguardo di entrambi i punti.

Congedo per l’esercizio di una carica pubblica (CCL art. 34 cpv. 1 lett. c CCL)

Benché il CCL sancisca che tutti i collaboratori che esercitano una funzione pubblica hanno diritto ad un congedo pagato fino a 15 giorni, SRF ha deciso a propria discrezione e citando come esempio la carica di membro del consiglio scolastico (Schulpflege), di limitare il congedo a un massimo di 4 giorni. In sede di CPSC la SSR ha motivato la propria decisione affermando che per la concessione dei giorni liberi il criterio determinante è dato dall’importanza della carica, in considerazione anche del volume occupazionale, e che comunque per quanto possibile l’attività deve essere svolta nel tempo libero. Visto che, tuttavia, il CCL non prevede alcun criterio limitativo, l’SSM ha respinto questa interpretazione sommaria del CCL, costatando la presenza di una divergenza.

Esperti alle riunioni di commissione: alcune precisazioni

A seguito di una controversia relativa al servizio di picchetto, l’SSM ha invitato un’esperta dell’ispettorato cantonale del lavoro e un’esperta della SECO a partecipare alla riunione di commissione di SRF. Dopo aver avuto conoscenza dell’invito, SRF ha disdetto la riunione. SRF è del parere che gli esperti possano essere invitati solo previo accordo reciproco. In sede di CPSC i partner sociali hanno precisato le modalità di un eventuale coinvolgimento di esperti: ognuna delle parti può invitare i propri esperti anche senza previo consenso dell’altra. Tuttavia, nel caso questi esperti siano muniti del diritto legale di impartire direttive o rivestano funzioni di sorveglianza nei confronti della SSR, il coinvolgimento è possibile solo se prima della riunione entrambe le parti hanno potuto esporre la propria posizione relativa alla controversia (diritto di essere sentiti). Il regolamento nazionale è pertanto modificato in tal senso; inoltre verrà rilasciata una raccomandazione alle UA di modificare in modo corrispondente anche i regolamenti delle unità aziendali.

 

 

 Lasciare un commento

Ihr Kommentar

Bitte füllen Sie alle Felder aus.
Ihre E-Mail-Adresse wird nicht veröffentlicht.

 

FacebookTwitter
Menü

Altre lingue

Rumantsch

English 

Pubblicazioni

Edito (tedesco)
Edito (francese)

Ricerca