Presa di posizione dell’SSM sulla revisione della legge radio tv (LRTV)

Il sindacato svizzero dei mass media condivide quanto espresso dalla Consigliera Federale Doris Leuthard in merito alla votazione sulla revisione della LRTV e del Sì raccomandato dal Consiglio federale. La Consigliera federale ha confermato che, grazie a questa revisione, il canone per economia domestica diminuirà del 15% mentre l’84% delle imprese saranno esentate o pagheranno meno rispetto ad oggi.  

L’SSM invita l’Unione Svizzera delle Arti e dei mestieri ad argomentare in modo razionale la propria posizione contro questa revisione. L’USAM deve smettere di diffondere cifre inesatte e di diffamare i collaboratori e le collaboratrici della SSR. È inoltre scorretto lasciare intendere che il personale dei programmi della SSR non rispetterebbe il proprio obbligo di indipendenza e di oggettività quando tratta temi legati alla revisione della LRTV. 

L’SSM ritiene che votando Sì, si voterebbe anche a favore delle radio private. Jürg Bachmann, presidente dell’Associazione Svizzera delle radio private, l’ha spiegato perfettamente in occasione di una conferenza stampa: questa revisione destina una parte maggiore dello splitting del canone alle emittenti private e permette di apportare dei miglioramenti nel campo della formazione dei collaboratori impiegati nelle radio e tv private.  

Per ulteriori informazioni rivolgersi al segretariato centrale SSM : 044 202 77 51

Informazioni supplementari: Dossier LRTV

16 marzo 2015

 

 

 Lasciare un commento

Ihr Kommentar

Bitte füllen Sie alle Felder aus.
Ihre E-Mail-Adresse wird nicht veröffentlicht.

 

FacebookTwitter
Menü

Altre lingue

Rumantsch

English 

Pubblicazioni

Edito (tedesco)
Edito (francese)

Ricerca