Misure di risparmio, Negoziati CCL, Piano Sociale – a che punto siamo VERAMENTE

Risposta dell’SSM alle dichiarazioni del responsabile Risorse Umane Piero Cereghetti in Intranoi

L’SSM e la SSR sono attualmente in trattative o colloqui su quasi tutte le questioni sollevate nell’intervista. È con grande stupore che prendiamo atto del fatto che la SSR ha deciso attaccare frontalmente l’SSM.

Programma di risparmio e procedura di partecipazione: Piero Cereghetti sottolinea la trasparenza della procedura in tutte le unità aziendali e il coinvolgimento dei dipendenti attraverso la “procedura di partecipazione”. Se ai dipendenti fosse consentita una vera partecipazione, non ci si limiterebbe a mettere a disposizione un indirizzo email per proporre dei risparmi.

Negoziati CCL: abbiamo convenuto con la SSR di non condurre alcun negoziato CCL durante la campagna di votazione contro l’iniziativa No Billag. In considerazione di un piano di risparmio di 100 milioni di franchi, è legittimo che l’SSM si concentri sull’accompagnamento dei collaboratori coinvolti piuttosto che invesitre risorse nelle trattative CCL. Un ulteriore prolungamento del CCL accompagnato da minimi cambiamenti sarebbe quindi giustificato.

Soluzione sostitutiva della presa a carico della tassa di ricezione: è vero che l’SSM nutre attualmente grandi riserve sull’introduzione di un congedo di sviluppo in sostituzione del bonus fedeltà, del fondo di creatività e della presa a carico della tassa di ricezione. Le ragioni di ciò sono state presentate alla SSR più volte e in modo dettagliato nel corso dei negoziati. Tuttavia, la SSR non ci ha ascoltato. Ha respinto senza discussione tutte le argomentazioni e le alternative presentate.

Nella riunione del 13 settembre 2018, il Consiglio nazionale del SSM ha deciso di non discutere la questione del congedo di sviluppo fino alle prossime trattative CCL. Un ulteriore incontro è previsto per il 26 novembre per trattare la questione della sostituzione del canone di ricezione (articolo 15 del CCL).

L’SSM trova estremamente riprovevole che il capo delle risorse umane, prima della conclusione delle trattative, crei un clima di ostilità nei confronti del sindacato e cerchi di diffamarlo.

Piano sociale: Le discussioni sul piano sociale sono previste per le prossime settimane in chiusura della consultazione e quando sarà chiaro quali saranno le misure che verranno messe in atto. Per l’SSM è chiaro che, visto il numero di impieghi che verranno soppressi, è necessario un piano sociale che tuteli al massimo le conseguenze del piano di risparmio.

SSM segretariato centrale

 

 

 Lasciare un commento

Ihr Kommentar

Bitte füllen Sie alle Felder aus.
Ihre E-Mail-Adresse wird nicht veröffentlicht.

 

FacebookTwitter
Menü

Altre lingue

Rumantsch

English 

Pubblicazioni

Edito (tedesco)
Edito (francese)

Ricerca