Prolungamento della CCL SSR fino 2020 e compensazione per la soppressione dell’art. 15 CCL SSR “canone radiotelevisivo”

Nella sua newsletter del 13 dicembre 2018, l’SSM faceva il punto alla situazione sulle discussioni tra SSM e SSR in merito al prolungamento della convenzione collettiva di lavoro SSR (CCL). Nel frattempo si è trovata una soluzione per compensare la soppressione dell’art. 15 (presa a carico della ricezione del canone). Nel caso questa soluzione venga approvata dalle istanze interne dell’SSM, la CCL potrà venire prolungata fino alla fine del 2020.

La SSR ha deciso di riconoscere al personale un versamento unico di almeno fr. 800.- (per un tempo pieno) a titolo di misura salariale. L’SSM prende atto di questa soluzione che compensa fino al 2020 la presa a carico da parte della SSR del canone di ricezione. Questo versamento unico è tuttavia insufficiente per essere considerato una misura salariale per il 2019. Primo perché non è una misura duratura e secondo poiché non compensa né il rincaro accumulato (1.2%), né le misure salariali individuali. Tuttavia, visto le attuali misure di risparmio, l’SSM rinuncia a ricorrere ad un tribunale arbitrale.

Per l’SSM è già fin d’ora chiaro che per il 2020 ci vorranno delle misure salariali degne di questo nome, che dovranno prevedere sufficienti mezzi per la compensazione al rincaro e per lo sviluppo salariale del personale che non ha ancora raggiunto il 100% del proprio salario di riferimento.

L’attuale CCL verrà prolungata e scadrà alla fine del 2020. Per la CCL 21 non dimentichiamo l’affermazione della SSR secondo la quale la soppressione dell’art. 15 non deve causare alcun pregiudizio al personale. L’SSM attende dunque che l’equivalente dell’art. 15 verrà messo sul tavolo per le trattative CCL 21.

L’SSM apprezza il fatto che l’SSR ha potuto tramite altre misure, concernenti anche i quadri, limitare la riduzione a 170 posti per i prossimi quattro anni. L’SSM spera che la diminuzione di posti possa venire ancora ridotta, quale conseguenza della procedura di consultazione del personale in corso a Losanna e Ginevra e quella che verrà fatta allo Studio Radio di Berna.

È appena giunto a termine un anno turbolento e l’anno appena iniziato ci riserva diverse sfide. In un periodo così difficile, è buona cosa essere membri di un sindacato.

In effetti l’SSM deve poter contare sul sostegno del personale per difendere il buon livello dell’attuale CCL e soprattutto per migliorarlo ancora durante le prossime trattative.

SSM – Segratariato centrale, 22 gennaio 2019

 

 

 Lasciare un commento

Ihr Kommentar

Bitte füllen Sie alle Felder aus.
Ihre E-Mail-Adresse wird nicht veröffentlicht.

 

FacebookTwitter
Menü

Altre lingue

Rumantsch

English 

Pubblicazioni

Edito (tedesco)
Edito (francese)

Ricerca