Il NO all’iniziativa «sul servizio pubblico» è un SÌ al servizio pubblico della SSR

 

Il NO all’iniziativa «sul servizio pubblico» è un SÌ al servizio pubblico della SSR

La popolazione ha capito che l’iniziativa “sul servizio pubblico” anche se era lastricata di buone intenzioni avrebbe provocato un degrado del servizio pubblico. L’SSM, che si è attivato in seno al comitato contro questa iniziativa, interpreta questo rifiuto come un importante sostengo al mandato di servizio pubblico della SSR. Il rapporto del Consiglio federale sul servizio pubblico, verrà pubblicato il 17 giugno 2016 e sarà di importanza cruciale per il personale della SSR. Prendete il tempo di leggerlo! L’SSM analizzerà con attenzione le spiegazioni del governo e vi terrà informati a partire dall’autunno 2016.

Cassa pensioni CPS: abbassamento del tasso d’interesse tecnico

Come praticamente tutte le casse pensioni, anche la cassa pensione della SSR non riesce più a generare sul mercato un rendimento sufficiente per garantire le rendite su un lungo periodo. I delegati SSM in seno al Consiglio di fondazione della CPS hanno informato il comitato nazionale SSM sulla situazione attuale della cassa e dei suoi progetti per assicurare il finanziamento delle rendite. Per tutti sembra necessario abbassare il tasso d’interesse tecnico e di conseguenza il tasso di conversione. Restano da definire le modalità dell’abbassamento, più precisamente le misure che permettono di garantire i diritti acquisiti. Ulteriori informazioni seguiranno non appena se ne saprà di più.

L’inchiesta dell’SSM sulla qualità è terminata – valutazione in corso

Insieme all’istituto di scienze applicate dei media (IAM) e il sostegno dell’UFCOM, l’SSM ha realizzato un’inchiesta sulla qualità del lavoro. In totale sono rientrate 936 risposte, 476 provenienti dalla Svizzera tedesca, 200 dalla Svizzera romanda e 260 dalla Svizzera italiana. Un certo numero di risposte provengono dal settore privato. La valutazione dei risultati sarà portata a termine per l’autunno 2016 e verrà resa pubblica.

14 giugno – giornata nazionale delle donne

In tutta la Svizzera martedì 14 giugno ci saranno delle azioni sul tema “vogliamo tutta la torta! controllo dei salari adesso”. Le donne continuano a guadagnare il 15% in meno rispetto agli uomini. Quasi la metà di queste differenze costituiscono una discriminazione diretta. Un progetto di legge è stato finalmente elaborato per obbligare i datori di lavoro a verificare la situazione salariale nelle loro imprese. Ma i politici tergiversano e i datori di lavoro vi si oppongono con forza. Il 14 giugno bisogna mandare un segnale chiaro contro queste disparità che perdurano.

Per più informazioni e la carta delle azioni previste qui.

 

 

 Lasciare un commento

Ihr Kommentar

Bitte füllen Sie alle Felder aus.
Ihre E-Mail-Adresse wird nicht veröffentlicht.

 

FacebookTwitter
Menü

Altre lingue

Rumantsch

English 

Ricerca