Votazione 13 febbraio 2022: Conta ogni singolo voto!

l’anno nuovo ha portato anche i primi risultati dei sondaggi relativi alla votazione del 13 febbraio. Il pacchetto a favore dei media è in bilico: 48 per cento di voti favorevoli contro altrettanti contrari. Se vogliamo porre le basi della futura politica svizzera dei media e rafforzare la pluralità delle opinioni nel nostro paese, siamo chiamati a rimboccarci le maniche. Hai già visto i manifesti del comitato referendario? Hai letto le affermazioni assurde che riportano? Avrai notato immediatamente che gli avversari, sostenuti da ambienti finanziari potenti, non prendono troppo sul serio la verità dei fatti. Ecco perché c’è bisogno di te – anzi c’è bisogno di noi, di ognuna e ognuno di noi – per far sentire le nostre ragioni e rendere visibile la realtà dei professionisti dei media alla popolazione: le condizioni di lavoro, il finanziamento e la pluralità delle opinioni non miglioreranno da soli, c’è bisogno del sì al pacchetto di misure a favore dei media, affinché questi ultimi possano continuare a svolgere il loro lavoro anche in futuro. Se noi tutti divulghiamo i nostri argomenti a favore delle misure fra i nostri amici, conoscenti e familiari, possiamo essere l’ago della bilancia.  Leggi …

Chi ha paura dei media liberi?

Oggi rincariamo la dose e chiediamo: «Chi ha paura dei media liberi?». La domanda, lo ammettiamo, non è farina del nostro sacco: Daniel Binswanger, giornalista responsabile della sezione culturale della testata digitale Republik, ha smontato uno a uno gli argomenti degli oppositori al pacchetto di misure.  Leggi …

I sindacati dicono SÌ al pacchetto in favore dei media Comunicato stampa, 20.12.21

Il sindacato dei media sindacato svizzero dei massmedia (SSM) e syndicom e l’Unione sindacale svizzera (USS) si esprimono chiaramente in favore di un “SÌ” al “pacchetto di misure a favore dei media” nel contesto della votazione che si terrà il 13 febbraio prossimo. Il pacchetto permette investimenti nel giornalismo e nelle redazioni locali, così come la promozione dei media online, delle stazioni radio locali e delle TV regionali. Tutto ciò rafforza il servizio pubblico dei media e le condizioni di lavoro nel settore in modo adeguato e necessario. Un “No” a questo oggetto di votazione popolare bloccherebbe la politica nazionale dei media per anni e darebbe il via libera all’impoverimento del paesaggio mediatico svizzero.  Leggi …

Misure salariali 2022: trattative concluse con successo

Accordo fra SSM e SSR sulle misure salariali per l’anno prossimo: la SSR utilizzerà l’1,2% della massa salariale per adeguare gli stipendi. L’SSM saluta la decisione della SSR di prevedere misure salariali nonostante le forti pressioni al risparmio. Per compensare il carovita, tutto il personale riceverà un aumento salariale generale dello 0,4%. L’SSM apprezza tale sforzo volto a fornire un contributo al mantenimento del potere d’acquisto.  Leggi …

Il nuovo Contratto collettivo di lavoro SSR entrerà in vigore il 1° gennaio 2022

Congedi maternità e paternità più lunghi, designazione di persone di fiducia in caso di mobbing e molestie, aumento dello stipendio minimo e la possibilità di ridurre la percentuale d’impiego   alla fine della carriera professionale senza tagli delle prestazioni pensionistiche: ecco i maggiori successi negoziati dall’SSM con la SSR nel nuovo contratto collettivo di lavoro.  Leggi …

Votazione popolare del febbraio 2022 sul pacchetto di misure a favore dei media

Dopo le prime nevicate e le votazioni del 28 novembre, la Svizzera sembra aver ritrovato un po‘ di serenità. Ma l’apparenza inganna, perché all’orizzonte si delinea già un nuovo scontro politico. Il Parlamento ha elaborato un pacchetto ben equilibrato di misure a favore dei media, eppure – come era da immaginarsi – la destra borghese ha lanciato il referendum per combatterlo. Il Comitato nazionale dell’SSM sostiene il pacchetto di misure e ha deciso di partecipare a diverse campagne e di scendere in campo con iniziative proprie.  Leggi …

Consultazione SSM su SSR CCL 2022

A causa della situazione pandemica, nel frattempo la conferenza professionale ha deciso di organizzare la conferenza professionale solo in forma di consultazione, visto che attualmente non sono possibili né manifestazioni né votazioni in presenza.  Leggi …

CCL 2022: conferenza professionale SSM

I delegati della Conferenza professionale dell’8 novembre 2021 chiedono al Presidente del Consiglio d’amministrazione e al Direttore della SSR di impegnarsi a trattare gli avvertimenti e gli interventi del loro partner sociale con più serietà di quanto non sia avvenuto in passato, al fine di trovare soluzioni alle violazioni o alla scorretta applicazione del CCL e alle situazioni di sofferenza sul lavoro.   Leggi …

14° Congresso delle donne USS: per un lavoro sindacale femminista

Al 14° Congresso delle donne dell’USS tenutosi a Berna sul Gurten, circa 220 delegate e ospiti hanno discusso i metodi per ottenere più uguaglianza e meno discriminazione nella società e nella vita lavorativa con il motto “Per un lavoro sindacale femminista”. Durante i due giorni, sono state definite le priorità e gli obiettivi in materia di parità per i prossimi quattro anni ed è stata adottata una carta per il lavoro sindacale femminista all’attenzione del Congresso USS.  Leggi …

FacebookTwitter
Menü

Altre lingue

Rumantsch

English 

Ricerca